frattale 2

La controversa questione dell’interpretazione extratestuale del contratto

di Maurizio Ferrari «Sebbene l’art. 1362 c.c. non stabilisca alcuna gerarchia ermeneutica tra il criterio dell’interpretazione letterale e quello della comune intenzione delle parti, quale emerge anche dal comportamento posteriore tenuto dalle stesse, quest’ultimo deve essere tenuto presente al fine di stabilire ciò che le parti hanno effettivamente voluto e non per giustificare la surrettizia[…]