frattale 1

Il chiamato all’eredita’ e i debiti previdenziali del “de cuius”

di Maurizio Ferrari La Suprema Corte di Cassazione, con sentenza n. 21436 del  30 agosto 2018, ha deciso un caso particolarmente interessante di diritto successorio, con risvolti di diritto processuale, attinente alla posizione del chiamato all’eredità rispetto al debito previdenziale del de cuius. Nel caso di specie, quest’ultimo era stato destinatario della notifica, avvenuta prima[…]

I. Kaufmann - Il giocatore di scacchi (1890 ca.)

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e nomofilachia

di Maurizio Ferrari Nota redazionale – Articolo già pubblicato in Foto Italiano, 2017, I, 590. Viene qui riprodotto in relazione alla Lectio Magistralis del prof. Giuseppe Santoro Passarelli 1 – Con la sentenza della Suprema Corte di Cassazione n. 25201 del 2016, senza ritenere necessaria la rimessione al Primo Presidente affinché potesse valutare l’opportunità dell’assegnazione[…]

frattale 3-1

Incertezze nella qualificazione giuridica del contratto di brokeraggio

di Maurizio Ferrari È opinione diffusa che con il contratto di brokeraggio prenda corpo un rapporto giuridico intercorrente fra colui che intenda stipulare una polizza assicurativa e un mediatore, denominato broker, la cui attività si risolve nel rendersi intermediario al fine di favorire la conclusione del contratto di assicurazione. La giurisprudenza ha chiarito che quella[…]

de cuius

Nullità del testamento olografo redatto dalla mano del “de cuius” guidata da un terzo

di Maurizio Ferrari Una recente ordinanza della sesta sezione civile della Cassazione[1] ha statuito che il testamento olografo, redatto dalla mano del de cuius guidata da un terzo, è nullo per difetto di autografia, indipendentemente dall’effettiva finalità dell’aiuto del terzo e dalla corrispondenza effettiva del testo scritto alla volontà dell’adiuvato. Il caso. Il Tribunale di[…]

jekyll e hyde trasformazione

Dottor Jekyll e Mister Hyde: la doppia personalità di agricoltori e artigiani nel sistema di tutela contro gli infortuni sul lavoro

di Maurizio Ferrari Quando il Dottor Henry Jekyll, nato dalla penna di R.L. Stevenson nel 1886, decise di creare una pozione capace di separare l’intima unità della natura umana, aveva in cuor suo l’intenzione di “godersi la vita” in una società, quella dell’Inghilterra vittoriana, che reprimeva l’individuo e le sue pulsioni. Vivere una doppia vita,[…]

frattale 2

La controversa questione dell’interpretazione extratestuale del contratto

di Maurizio Ferrari «Sebbene l’art. 1362 c.c. non stabilisca alcuna gerarchia ermeneutica tra il criterio dell’interpretazione letterale e quello della comune intenzione delle parti, quale emerge anche dal comportamento posteriore tenuto dalle stesse, quest’ultimo deve essere tenuto presente al fine di stabilire ciò che le parti hanno effettivamente voluto e non per giustificare la surrettizia[…]

de fanale

Il contratto di assicurazione della responsabilità civile automobilistica fra art. 1917 c.c. e codice delle assicurazioni private

di Maurizio Ferrari La specificità giuridica del rischio automobilistico scaturisce dalla dimensione sociale del problema di una tutela dal rischio della circolazione stradale e dei relativi costi[1], richiedente la formulazione legislativa di una ipotesi di responsabilità civile “speciale”, rispetto alla “clausola generale” dell’art. 2043 c.c.[2], concepita dal legislatore del codice del 1942 nell’ambito di una[…]

berlin-187737_640

Dal paradigma bipolare al paradigma personalistico: la persona come prius rispetto all’azione delle pubbliche amministrazioni

di Maurizio Ferrari   La centralità della persona umana assurge a pilastro dell’ordinamento in virtù dei principi “personalista”, “pluralista” e “solidarista” espressi nell’art. 2 della Costituzione. Principi la cui valenza si esalta nella lettera dell’art. 3, 2° comma, del testo costituzionale, nel cui sintagma sono mirabilmente compendiati[1] quei valori della pari dignità sociale e del[…]

diritto classic

Sulla rilevabilità d’ufficio delle nullità negoziali

di Maurizio Ferrari L’art. 1421 del codice civile, che riconosce la legittimazione ad esperire l’azione di nullità degli atti a «chiunque vi abbia interesse», precisa che la legge può disporre altrimenti ed attribuisce al giudice il potere di rilevare d’ufficio il vizio. Tale previsione, coerente con la logica che ha animato il legislatore del codice[…]

stretta mano

Contratto di associazione in partecipazione, causa negoziale e qualificazione giuridica della prestazione

di Maurizio Ferrari   Nel contratto di associazione in partecipazione con apporto di prestazione lavorativa da parte dell’associato, l’elemento differenziale rispetto al contratto di lavoro subordinato con retribuzione collegata agli utili d’impresa risiede nel contesto regolamentare pattizio in cui si inserisce l’apporto della prestazione da parte dell’associato[1]. Il rapporto di associazione scaturente dal contratto, disciplinato[…]